In arrivo a novembre una nuova fiera dell’ospitalità ispirata alle storiche manifestazioni Tecnhotel e Bibe.

27 Mar 2021 - Comunicati stampa, Magazine

Si dovrà ancora aspettare Carrara Fiere per festeggiare i 40 anni di Tirreno C.T., la fiera di riferimento in Italia per il mondo dell’ospitalità. Rinviato quindi l’appuntamento anche di Balnearia, il salone nel salone. Due eventi che hanno sempre rappresentato crescita del settore della ristorazione, dell’accoglienza in generale e, da ormai diverse edizioni, anche degli stabilimenti balneari. Un momento importante, ora più che mai, per il settore che coinvolge ristoranti, bar, alberghi, pizzerie, gelaterie, pasticcerie.

Paolo Caldana, fondatore di Tirreno Trade, promotrice dell’evento, commenta così:

Il Covid-19 non ci può fermare, anzi: il settore dell’ospitalità proprio nei momenti della crisi è uno dei primi a ripartire, perché il nostro Paese è un modello internazionale in questo senso ed ecco perché, nonostante le incertezze, non ci siamo mai fermati nel pensare e ripensare l’appuntamento di riferimento per tutto il comparto che ha voglia di ripartire, quest’anno più che mai.

Il Covid-19 non ferma, anzi la fiera dell’ospitalità si raddoppia su Genova.

Proprio così, nell’anno della pandemia Tirreno Trade, forte da decenni nell’organizzazione di fiere ed eventi del settore, è impegnata, in collaborazione con Porto Antico di Genova SpA, in una nuova fiera dell’ospitalità, un progetto in programma nel padiglione Jean Nouvel dal 7 al 10 novembre. L’obiettivo è riportare nel capoluogo ligure un evento di riferimento – come sono stati per decenni Tecnhotel e Bibe – per i professionisti dell’accoglienza. La formula sarà quindi simile a quella di Tirreno C.T. e Balnearia, con la possibilità di ampliare la visibilità e i contatti B2B per gli espositori in un momento in cui il comparto dell’ospitalità si appresta a ripartire nel segno dell’innovazione e della qualità.

Non solo una fiera, ma un punto di riferimento degli incontri B2B dell’ospitalità.

Tirreno C.T. e Balnearia in questi anni si sono affermati come un punto di riferimento grazie alla continua crescita di consensi. Sia in termini di offerta commerciale con oltre 500 espositori in rappresentanza di quasi 1.000 marchi, sia in termini di pubblico, con una media di 60mila presenze a edizione che caratterizzano il successo della storica quattro giorni apuana. Il vero cuore delle due fiere risiede nell’incontro qualificato fra domanda e offerta per dare vita a un importante uno scambio business-to-business tra gli operatori del Centro e del Nord Italia.

Le eccellenze del food&beverage, dell’enologia italiana, dell’arredo contract e della balneazione in una unica fiera.

A caratterizzare gli eventi la presenza consolidata di grandi marchi del food&beverage, dell’enologia italiana, dell’arredo contract italiano e una particolare sezione dedicata alla balneazione, luogo ideale per offrire le anticipazioni sulle soluzioni più innovative e sui trend del mercato, indispensabile opportunità per gli addetti al settore. Dal pane alla pizza, dai prodotti lavorati e semilavorati per la cucina alle forniture alberghiere, passando per la gelateria e la pasticceria. Un’intera area dedicata al caffè e ai grandi impianti. E poi tutto ciò che riguarda le attrezzature per la tavola, bar, gelateria e pasticceria fino all’arredo contract per interni ed esterni, compresi tappezzerie e arredo bagno. A conferma dell’importanza del comparto wine and beverage, la rassegna proporrà i migliori prodotti per il lavoro dei mixology e dei barman, rappresentati dalle principali associazioni di categoria, passando per tutto il settore emergente delle birre artigianali.

Tirreno C.T. e Balnearia sono organizzate da TirrenoTrade Srl con la collaborazione di soggetti istituzionali e di tutte le associazioni di categoria.

Per informazioni sulla fiera e per poter partecipare come espositori o visitatori: www.tirrenotrade.it

Tag:,

Condividi